lunedì 10 agosto 2015

Allungamento arti inferiori - il problema

Quella che vedete in foto era la mia situazione prima dell'intervento. Si notano una torsione della colonna vertebrale in zona lombare, una rotazione del bacino e una dismetria tra i due femori.

sovrapposizione rx
pre-operatori
La crescita del femore sx era stata bloccata da un distacco epifisario in età adolescenziale, tradotto: avevo avuto una frattura in seguito ad un incidente all'età di dieci anni e non si è capito se per colpa propria dell'accaduto o se per negligenza in ospedale durante l'ingessatura il femore non era più cresciuto. 
Da quel giorno del 1998 sono passati 16 anni prima che le condizioni fossero favorevoli per intervenire. Esasperata dai mal di schiena, dall'impossibilità di fare sport, mettere le scarpe che volevo (potendo usare solo scarpe come quelle da basket che coprono la caviglia, così da poter infilarci dentro un rialzo), e impaurita dal futuro di una non lontana protesi all'anca prospettatami se non avessi provveduto, decisi che era arrivato il momento di fare qualcosa.
Avevo sentito parlare più che bene dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, e anche sotto consiglio del mio ortopedico di fiducia, decisi di contattare uno dei loro ambulatori. I tempi di attesa per la visita sono stati molto celeri, 5 giorni. Quella per l'operazione vera e propria è stata un po' più lunghetta, 6 mesi, ma per essere in Italia vi assicuro che non sono molti.
Il ricovero sarebbe dovuto essere un day hospital, ma per ovvi motivi logistici che vi racconterò, è durato 11 giorni.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Juliet, dove sei finita? Non aggiorni da due anni...

Voxdei

Juliet ha detto...

Ciao, sono qui. sono sempre stata qui...è solo cambiato un mondo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...